ACQUISTO “PRIMA CASA”

ACQUISTO “PRIMA CASA”

ACQUISTO “PRIMA CASA”

Quando si acquista la prima casa si può approfittare di alcune agevolazioni fiscali, che prevedono la riduzione di alcuni oneri.
Chi acquista casa da un privato o da un impresa che vende in esenzione IVA, dovrà pagare le seguenti imposte.
- Imposta di Registro: 2%
- Imposta Ipotecaria: 50€
- Imposta Catastale: 50€
I costi fissi sopra indicati non cambiano nemmeno nel caso in cui l’acquisto avvenga da impresa non costruttrice o impresa costruttrice una volta superati i 5 anni dalla ultimazione dei lavori, che non ha optato per l’assoggettamento dell’agevolazione IVA.

Mentre chi acquista come “prima casa” da impresa dovrà sostenere i seguenti costi:
- IVA 4%
- Imposta di Registro: € 200,00
- Imposta Ipotecaria: € 200,00
- Imposta Catastale: € 200,00


REQUISITI AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO PRIMA CASA:
• Uno dei requisiti per accedere alle agevolazioni prima casa riguarda il possesso di altri immobili, infatti l’acquirente deve dichiarare nell’atto di compravendita di non possedere:
- Altre case nel Comune in cui è situato l’immobile che si vuole acquistare con le agevolazioni prima casa
- Altre case acquistate con i benefici prima casa su tutto il territorio Nazionale.
Con il possesso si intende la proprietà esclusiva, l’eventuale comunione con il coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione.
Per i casi segnalati invece nel secondo punto bisogna considerare anche gli immobili acquistati con nuda proprietà usufruendo di agevolazioni per la prima casa.
• Altro requisito è quello di stabilire entro 18 mesi dall’acquisto la propria residenza all’interno del Comune in cui si effettua lo stesso.
• Il requisito della Residenza non è obbligatorio se l’acquisto agevolato viene effettuato:
- Nel Comune in cui il soggetto svolge la propria attività, compresa quella non remunerata come frequentazione degli studi o attività di volontariato.
- Su tutto il territorio nazionale per i cittadini Italiani emigrati all’estero, purché l’immobile sia acquistato come prima casa.
• Il requisito dell’abitazione: Le abitazioni non devono essere di lusso e sono escluse dagli sgravi gli immobili facenti parte delle seguenti categorie catastali:
- A1: abitazioni di tipo signorile
- A8: abitazioni in villa
- A9: castelli palazzi di eminenti pregi artistici e storici.
L’immobile inoltre deve trovarsi nel Comune di Residenza dell’acquirente o in cui esercita la propria attività o ha sede l’impresa per cui lavora.
L’agevolazione prima casa si applica anche alle pertinenze se destinate a servizio o ornamento dell’abitazione principale, anche se acquistate con atto separato o sempre che rientrino nelle categorie catastali C2,C6 e C7.

©2019 SERENDIPITY IMMOBILIARE DI ALEX LUCCHESE - P.IVA 01328530454